VIAGGIARE

  • MY DREAM VILLA IN KOH SAMUI- THE SKY DREAM VILLA

    Looking for beautiful destinations in Thailand means looking for its hidden gems and definitely going on the discovery of some of the most beautiful Islands on earth, as in this case Kho Samui!

    Even though It may not a well-known read more

  • THE ULTIMATE BORNEO EXPERIENCE!

    Borneo: adventure, exotic, lush green, unique protected species, paradisiac beaches and responsible tourism… This is what Borneo means to me and any other person that has had the pleasure to visit this gem of West Malaysia

    read more

  • KOTA KINABALU’S ONE AND ONLY CRUISE – BORNEO EXPERIENCE

    While enjoying a drink from one of the many lounge bars in Kota Kinabalu’s famous waterfront, I was watching the stunning sunset and couldn’t help it but noticing this white beautiful boat with rainbow coloured led on the sides, read more

  • Why you should work with influencers!

    We speak to a lot of local, national and international brands here at “vivere viaggiando” and we’ve found that many know that they should be working with influencers, but they don’t exactly know why. read more

  • La nostalgia, o meglio il SAUDADE….

    Tornando da alcuni viaggi o nell’esatto momento della partenza verso luoghi non ancora conosciuti, a volte si prova un forte sentimento, questo concetto molto astratto ha un termine vero e proprio che ho scoperto chiamarsi Saudade in portoghese Brasiliano.

    Vi è mai capitato di sentire un mix di emozioni così forti da pervadere il vostro animo ripensando ad un luogo, un evento, un occasione in particolare oppure a delle persone con le quali avete condiviso attimi di vita pura? 

    E magari che questo sentimento così pieno e disorientante, in un istante ci ricordi che quei momenti o luoghi sono ormai lontani…ed una scia di nostalgia malinconica accompagna il ricordo lasciando la forte volontà di rivivere ciò che ci manca.

    Il Saudade, è un forte sentimento ricondotto al “ricordo nostalgico” accompagnato da una veloce malinconia; termine di origine Luisitana, popolazione dell’occidente della penisola Iberica, che ai giorni nostri corrisponde al Portogallo, infatti il termine ha probabilmente origine all’epoca del colonialismo Portoghese.

    Etimologicamente, deriva dal latino solitùdo, solitudinis, solitudine, isolamento e salutare, salutatione, saluto.

    Il termine è così particolare, efficace e carico di significati che in Italiano non trova a pieno una corrispondenza.

    La peculiarità di questo sentimento, non  è solo quella di provare “nostalgia” per ciò che è stato, ma spesso  esprime “malinconia per qualcosa che non si è vissuto” o “nostalgia del futuro”, in queste accezioni tale parola non trova a pieno una corrispondenza nella lingua Italiana con un unico termine.

    Musicalmente parlando, può essere accostato al “blues”, il cui nome trae origine da un termine americano, “blue”, che indica anch’esso un misto di tristezza e malinconia di cui non sempre si riesce a spiegare il motivo preciso.

    Attualmente, nella comunità Brasiliana stessa in molti hanno cercato di dare un interpretazione al “saudade”, ma qualsiasi definizione non è mai risultata quella definitiva.

    La potenza di questo sentimento senza un tempo preciso, che guarda sia al passato che al futuro, che spazia dalle persone agli amori, dai luoghi ai paesi e dai ricordi di cibi ai cari che non ci sono più può essere approssimativamente ricondotto allo struggimento, alla mancanza, e alla tristezza di un ricordo felice.




  • Viaggiatori si nasce? La risposta è Wanderlust!

    Se siete spinti a viaggiare non solo dalla curiositá, dalla semplice voglia di farlo ma anche da un inspiegabile desiderio che palpita dentro di voi allora si tratta di Wanderlust!

    Il termine gia abbastanza noto nel mondo musicale, introdotto attraverso il singolo dei R.E.M. “wanderlust” nel 2004, affronta la tematica del viaggio nella maniera particolare e sensibile che distingue la band.

    Da quanto appurato attraverso vari studi invece, (tra cui la ricerca di David Dobbs del National Geographic, un valido Blog di Psicologia ed altri) questo forte desiderio di viaggiare è stato ricondotto al gene DND4 e DND4-7R rintracciati nel nostro DNA ed associato ad alti livelli di dopamina nel cervello.

    Questi, sarebbero il motore e la causa che ci invogliano ad esplorare e a correre maggiori rischi nella sperimentazione del viaggio verso nuovi luoghi, cose, cibi, idee, opportunità e relazioni diverse da tutto ciò che già ci appartiene e conosciamo.

    L’etimologia della parola di origine inglese deriva da wander + lust ; Wander significa passeggiare, vagare, allontanarsi; Lust invece, esprime la voglia, la bramosia ed il desiderio. (Dalla definizione dell’ Oxford English Dictionary 2013 ” strong desire to travel: a man/woman consumed by wanderlust).

    Quindi non poteva esserci termine migliore per questa bellissima sindrome del viaggiatore!

    Questa perenne voglia e necessitá di viaggiare, trovati in questi specifici geni, vengono attribuiti soltanto al 20% della popolazione; infatti in molti custodiscono il desiderio di partite ed affrontare nuove avventure, ma in pochi lo fanno.

    Questo “gene del viaggiatore” è piú comune in popoli che hanno avuto in un passato storico oppure recente, un trascorso di spostamenti, trasferimenti oppure flussi migratori che li hanno spinti a cercare se stessi o la propria fortuna altrove.

    In chiave moderna, questa sete di viaggiare e nutrire la propria anima di esperienze a 360 gradi, rappresenta la voglia di costruire noi stessi attraverso nuove esperienze in giro per il mondo.

    Il sentimento che pervade questi “cittadini del mondo” fa si che l’ultimo viaggio affrontato, non sia mai davvero l’ultimo…



  • 10 infallibili metodi per imparare qualsiasi lingua – 10 tips to learn every language!

    Si sa che ognuno segue il proprio metodo per imparare lingue diverse…ma a volte non ci si rende pianamente conto, di come e quanto il nostro primo approccio con una lingua ne condizioni i risultati.

    L’indagine empirica svolta per questo articolo, si basa soprattutto sulla mia personale esperienza di apprendimento (a seconda delle 7 lingue da me studiate) e delle  varie fasi che ne caratterizzano il percorso, ma vi posso assicurare che i principi sono sempre gli stessi!
    Infatti, guardando il mio passato e confrontando le esperienze di varie persone, ci si rende conto che l’amore verso una lingua o altre materie di studio in generale ci è stato trasmesso da chi prima di tutto le insegnava, e questo è un fattore importante ma sul quale a volte abbiamo poco potere decisionale.
    Quindi concentriamoci su quello che Noi possiamo gestire e modificare a nostro vantaggio!
    Nella seguente lista vedrete come con pochi accorgimenti, li vostro approccio con la lingua ne modificherà in breve i risultati, creando una connessione che non potrà che spianarvi la strada nell’apprendimento!!

    1) CREARE UNA CONNESSIONE CON LA LINGUA SENZA AVERE PREGIUDIZI
    Prima di cimentarvi sullo studio delle basi grammaticali di una lingua dovete tener presente che è molto più importante creare una connessione uditiva senza pregiudizi. Non pensate a quello che gli altri vi hanno detto, sulle loro considerazioni ecc. focalizzatevi su quello che voi sentite! (Ad es. uno dei modi migliori è ascoltando musica in quella lingua ).
    2) INCURIOSITEVI
    Trovate qualcosa che vi catturi e vi incuriosisca e approfondite. Sicuramente qualcosa che cattura la vostra attenzione c’è ed è su quello che dovete puntare!
    3) ALIMENTATE LA VOSTRA CONOSCENZA
    La curiosità vi porterà a questa nuova fase di “approfondimento”, donandovi nuove conoscenze che fungono da ancora per questa lingua. Ciò è molto importante perché non sempre l’apprendimento è facile e a volte richiede molto tempo, per cui è bene avere un punto di riferimento che vi ricordi ciò che amate e vi dia un motivo in più per continuare con passione.
    4) LISTENING – LA PRIMA FASE UDITIVA
    Una volta iniziata la “relazione uditiva”, più comunemente detta “listening”, grazie a quella curiosità che vi spinge a cercare il significato delle prime parole che riuscirete a cogliere qua o là, vi dovrete porre un obiettivo! Esempio 20 parole nuove al giorno, rendetelo un gioco!
    5) IL TEMPO DELLA GRAMMATICA
    Dopo aver mosso i primi passi, direi che è ora di aprire i libri e di buttarsi sulla grammatica! Ricordate che è meglio costruirsi un bagaglio importante di vocaboli che vi permetta di comunicare subito con forme basilari e poi accrescere la conoscenza strutturale della lingua. (Ricordate che non bisogna mai curare solo un lato dell’apprendimento di una lingua, in pratica sarebbe meglio e risulterebbe anche più facile andare di pari passo con i diversi sensi in relazione ad essa).
    6) CIRCONDATEVI ED IMMERGETEVI NELLA LINGUA STESSA
    Musica, libri, film…anche se inizialmente capirete ben poco, abituerete di più il vostro orecchio al suono di questa ed il vostro cervello alla rielaborazione delle parole e al concepimento di queste quando vi serviranno!
    7) PENSATE IN LINGUA
    Questo vuol dire che, in ogni momento della giornata datevi almeno 5-10 minuti in cui vi soffermate su cose, situazioni ed oggetti e pensate a come riuscireste a dirlo o ad esprimerlo in quella lingua. Questo scatenerà ulteriore curiosità, attiverà la ricerca delle parole e permetterà al cervello di ricollegarlo a più fattori per la memorizzazione di termini nuovi.
    8) DEDICARE PIU’ TEMPO ALL’ATTIVITA’ CHE ALL’APPRENDIMENTO E’ RISULTATA PIU’ NATURALE, QUINDI Più SEMPLICE

    Una volta innescato il processo mentale per il quale il cervello inizia a pensare in più lingue, bisogna capire come indirizzare le proprio energie su quello che ci riesce più facile. Tutto ciò per  sfruttare il campo sul quale siamo maggiormente portati: c’è chi ha più affinità con lo scritto e chi più con l’orale. Attenzione, come detto in precedenza bisogna curare tutte le sfere, ma qui si tratta di dare maggior energia a ciò che a noi riesce più naturale!
    9) NON ABBIATE PAURA: DI SBAGLIARE, DI OSARE E TENTARE…BUTTATEVI!
    Alla peggio avrete imparato qualcosa in più, ricordate che le lezioni più grandi si ottengono sbagliando anche nelle lingue! 🙂
    10) VIAGGIATE DA SOLI
    Il modo migliore per mettervi in gioco senza paura di sbagliare o essere giudicati è andare in loco e confrontarvi con dei madre lingua. Vedrete che per necessità, vi torneranno in mente tutte le parole apprese ed il coraggio di cui avete bisogno!




  • 10 canali Youtube Italia di viaggi da seguire.

    Vi piacerebbe viaggiare tutto l’anno, scoprire posti nuovi e magari saperne qualcosa in più ma non sapete come fare? (come quasi tutti del resto XD)

    Abbiamo noi la soluzione che fa al caso vostro o quasi…

    Ecco 10 canali di Youtube Italia che con i loro differenti format e personali modi di raccontare le proprie esperienze vi porteranno a spasso per l’italia e addirittura il mondo grazie a tanti video ricchi di belle immagini, storie da raccontare, info utili, spunti e consigli per programmare un viaggio.

    Di certo non sarà come essere veramente in vacanza, ma con le immagini vi trasporteranno virtualmente nei posti da loro visitati, chi in maniera più amatoriale chi più professionale, ma in entrambi i casi regalandovi qualche minuto di compagnia e facendovi fantasticare su quale potrebbe essere la vostra prossima meta per passare le vacanze.

    Un’immagine vale più di mille parole. (Confucio)

    TRAVELTREK

    Valeria e Manuel, una giovane coppia che ogni weekend, muniti di zaino e scarpe da trekking, vi porteranno a spasso per il Piemonte con delle suggestive escursioni da fare a piedi ma non solo, infatti nel loro canale troverete anche tanti video inerenti alle loro vacanze in giro per l’Europa nonchè collaborazioni con altri youtuber. Si distinguono per la loro spontaneità nel raccontare i posti visitati, dando molte info utili a raggiungere questi piccoli paradisi e regalando anche dei simpatici “fuori onda” che vi strapperanno un sorriso in più.

     

    IN VIAGGIO COL TUBO

    Giorgio e Martina hanno trascorso un anno intero viaggiando per l’Australia diventando il canale di riferimento per tutto ciò che riguarda questo paese agli antipodi. I loro video non sono solo un racconto della loro esperienza di viaggio, ma soprattutto una vera e propria guida dettagliata per chiunque voglia visitare questo immenso stato. I video inizialmente più a livello amatoriale si sono evoluti nel tempo diventando per loro una vera e propria professione ed ora raggiungendo le più svariate destinazioni ci regalano filmati esclusivi e davvero ben realizzati.

     

    OGGI ESCO BY PAOLA E DAMIANO

    Direttamente dal Veneto Paola e Damiano vi mostreranno le perle più nascoste di questa regione attraverso tanti format da loro ideati, come il “panino appartato” che è un must del loro canale. I filmati sono dei veri e propri mini-documentari che, oltre ad essere raccontati in maniera molto originale, mostrano questi luoghi attraverso riprese realizzate con una tecnica impeccabile, da vero professionista. Inoltre sul loro canale trovere una varità di video che spaziano da manifestazioni locali, ad eventi vari nonchè vere e proprie esperienze di vita.

     

    COAST TO COSTANS

    Questa coppia di fiorentini ha girato il mondo…Malesia, Thailandia, Sri Lanka, Barbados e tanti altri. Ad ogni rientro Emanuele e Costanza raccontano il loro viaggio attraverso video che in 3-4 minuti vi incolleranno allo schermo con il loro stile allegro ed ironico. I video non sono solo montanti a tempo di musica in maniera molto ritmata ma dietro hanno una preparazione che probabilmente comincia ancor prima del viaggio, insomma nulla è lasciato al caso…il loro canale emana una favolosa energia positiva.

     

    GABRIELE SALUCI

    Il canale di Gabriele non ha bisogno di tante presentazioni, basta infatti guardare uno qualsiasi dei suoi video per capire che il suo stile nel raccontare gli innumerevoli paesi visitati è davvero unico. La sua spontaneità ed incomparabile simpatia fanno si che ovunque si trovi riesca a meravigliarsi di tutto ciò che lo circoda trasmettendo questa sensazione di autenticità che sicuramente contraddistingue il suo canale da tutti gli altri.

     

    CLAUDIO TRIP THERAPY

    Il giro del mondo senza aerei vi sembra impossibile o quasi? Non per Claudio Pellizzeni che in viaggio da quasi due anni lo sta compiendo avendo già attraversato Europa, Asia e Americhe. In modalità backpacker e senza troppi programmi Claudio vi porterà letteralemente in giro per l’intero globo raccontando la sua storia attraverso i video. Oltre alle immagini dei bellissimi posti che sta visitando vi appassionerete alla sua storia e al suo modo così genuino di raccontarla. E’ sicuramente un canale da seguire.

     

    TIL

    “TRIP IN LOVE” è il canale di Andrea e Martina, appassionati di viaggi e fotografia ma che non perdono occasione per mettere online video sulle mete e gli eventi che hanno la fortuna di vedere durante le loro esplorazioni. In più hanno creato delle utilissime e ben fatte rubriche per viaggiatori come quella dedicata ad Airbnb. Insomma un canale ricco e vario ma che in ogni video ha un filo conduttore che rileva il loro caratteristico stile di comunicazione.

     

    SONO IN VIAGGIO

    Rudy e Lisa vi mostreranno le bellezze del Veneto viste con i loro occhi ma se siete appassionati della cultura Giapponese e state pensando di organizzare un viaggio nella terra del Sol Levante dovete assolutamente visitare il loro canale. I loro video sono di elevata qualità ed oltre a mostravi paesaggi incantevoli sapranno darvi dritte e consigli sui posti da visitare, il miglior modo per raggiungerli e accenni storici su questi luoghi che hanno veramente tanto da raccontare.

     

    HUMAN SAFARI

    Nicolò Balini ha navigato molto grazie al suo lavoro di agente di viaggi, ma la sua passione per il videomaking e le sue divertenti capacità comunicative sono riuscite a trasformare il suo canale youtube come mezzo per viaggiare ancora di più grazie alle tante collaborazioni con gli enti del turismo che lo contattano per realizzare filmati e vlog. Ha visitato più di 60 paesi ed oltre potervi dare tanti consigli di viaggio e tecnici sulle attrezzature fotografiche da lui utilizzate, sfrutta i video per arrivare al pubblico con un approccio scherzoso e coinvolgente in maniera molto diretta.

     

    GIANLUCA GAZZOLI

    I suoi video non parlano solo di viaggi, infatti ci sono anche interviste a personaggi famosi o meno, manifestazioni di vario genere, eventi ed esperienze di vita ma il filo conduttore di tutto è proprio il raccontare una storia o un luogo e come lo sa fare lui pochi lo sanno fare. I suoi video sono interessanti, coinvolgenti, non stancano mai e trasmettono sempre un messaggio positivo che alla fine arriva allo spettatore chiaro e deciso.

     

    Ovviamente questi non sono gli unici canali che seguiamo a tema viaggi, ma semplicemente quelli a cui siamo iscritti da più tempo. Di seguito ve ne elenchiamo altri, scoperti in seguito, che seguiamo costantemente ai quali siamo affezionati e che oltre ad essere altrettanto belli ed interessanti, sono pieni di contenuti che non hanno nulla da invidiare ai precedenti:

    SCAGLIA PHOTOGRAPHY

    MOLE ON THE ROAD

    PEPINHO ON TUBE

    VAGHI PER IL MONDO

    I VIAGGI DI ALE

    SIMONE CIOE’ – VIDEONAUTING

    SHAKA MC

    WILD THERAPY

    CIROVIDEO1

    GOMORO

    LIFE FILE

     

    Ed ovviamente non scordatevi di iscrivervi al nostro canale…

    VIVERE VIAGGIANDO

     


  • I lavori con cui potrai girare il mondo partendo fin da subito

    Ti piacerebbe girare il mondo ma credi di non aver abbastanza soldi per farlo?

    In questo articolo voglio proporti una lista di lavori o soluzioni, assolutamente alla portata di tutti, che potranno permetterti di partire fin da subito per fare le tue prime esperienze di viaggio senza dover spendere un capitale e soprattutto riuscendo ad autofinanziarsi gran parte del viaggio senza dover partire con chissà quanti soldi messi da parte.

    Ovviamente non stiamo parlando di lavori strapagati, ma semplicemente di soluzioni alle quali forse non avevi mai pensato concretamente ma che possono permetterti di girare tanti paesi senza dover spender migliaia di euro ogni mese.

    E’ lapalissiano che si tratta di espedienti che difficilmente potranno aiutarti in posti come la Polinesia Francese o comunque mete troppo turistiche e costose, ma alcuni di essi ti consentiranno semplicemente di lavorare qualche ora al giorno per poi passare il resto della giornata o il weekend per visitare il paese che ti sta ospitando.

     

    Curioso di sapere di cosa si tratta?

    Ora ci arriviamo, ma prima di tutto voglio che ti sia chiaro che quello che sto per svelarti non è niente di nuovo, probabilmente lo avrai già letto da qualche parte, ma per renderti conto di quanto basti poco per realizzare un sogno come quello di viaggiare a lungo voglio prima farti uscire dai preconcetti e la visione sfuocata che la società ci ha sempre inculcato in testa, ovvero l’idea che per viaggiare ci vogliano tanti soldi.

    Di cosa sto parlando? Semplice, del modello di vita che sin da piccoli ci hanno spinto a seguire come unica ricetta per la felicità e il miglioramento della propria esistenza, ovvero che tutto ha un prezzo e per avere tutto ci vogliono i soldi, come se il mondo dovesse per forza girare attorno ad essi rendendoci tutti schiavi di questo.

    Non trovo che ci sia niente di male nel cercare di migliorare la qualità della propria vita arricchendosi, fino a poco tempo fa ero convinto anche io che fosse l’unico sistema per poi un giorno realizzare il sogno di viaggiare per il mondo, ma la tensione spasmodica verso il successo, l’avere più soldi per migliorare il proprio status sociale comprando una marea di cose assolutamente inutili che poi vanno mantenute e cambiate continuamente…è fin troppo evidente che è un modello capace solo di produrre frustrazione e falsi miti e che alla lunga ti distaccano da quelli che inizialmente erano i tuoi veri obbiettivi.

     

    Per viaggiare bisogna diventare viaggiatori e non rimanere turisti, una volta acquisito questo semplice concetto ti accorgerai che tutto quello di cui hai bisogno può stare in uno zaino e quello che ti serve sarà solo la voglia vi partire, il coraggio di farlo e la convinzione che sia la strada giusta per te.

     

    Riassumendo il tutto lasciati alle spalle i preconcetti, apri la mente e leggi questa lista pensando solo ad una cosa: viaggiare, scoprire, conoscere e imparare. Sono queste le cose che ti interessano se hai cominciato a leggere questo articolo e ciò che conta non è il mezzo ma il fine, quindi le rinunce da fare saranno tante ma quando ti troverai sdraiato su una spiaggia bianca in Thailandia o a girovagare per il Grande Bazar di Instanbul forse ti accorgerai che in realtà non ti mancherà niente per sentirti appagato.

     

    Ecco la lista dei 3 principali lavori assolutamente alla portata di chiunque voglia veramente conoscere il mondo senza avere a disposizione un patrimonio che gli consenta di stare via tanto tempo e girare continuamente:


     

    #1 –  Volontariato all’estero

    E’ la prima grande opportunità che ti permette di conoscere un paese e la gente che lo abita e ti offre la possibilità di fare del bene per sè e per gli altri in cambio di vitto e alloggio. Fare volontariato non significa solo aiutare i bambini che muoiono di fame in Eritrea o aiutare gli sfollati nelle zone di guerra, ma ci sono tanti modi per aiutare gli altri e ricevere in cambio molto di più di quello che viene donato.

    volunteer1

    Sul questo sito è possibile selezionare il tipo di aiuto che si vuol dare, soprattutto in base alle proprie capacità e predisposizioni perchè ovviamente ognuno di noi è portato più per determinate cose piuttosto che altre (aiutare bambini, insegnare, curare animali, cucinare, lavori manuali ecc), selezionare il paese o la città in cui si intende arrivare e la durata della permanenza. In automatico il sito tramite una ricerca ti indirizza verso tutte le strutture che rispettano maggiormente le tue richieste affinchè tu possa prendere contatti direttamente con l’associazione di riferimento ed avere ulteriori chiarimenti sul funzionamento.

    Considera che quando ti rendi utile agli altri ed in cambio avrai vitto e alloggio (e molto di più) nessuno mai ti dirà di andartene, cosa che invece ovviamente ti succederà in un hotel se non avrai più soldi per permetterti la stanza, quindi la permanenza in un posto non sarà determinata dalla capienza del tuo portafoglio ma semplicemente dalla voglia che avrai di rimanerci.

     


     

    #2 – World Wide Opportunities on Organic Farms

    Ovvero WWOOF che non è altro che un’organizzazione internazionale che da la possibilità di lavorare in aziende agricole biologiche ed in cambio di 4-6 ore di lavoro al giorno avrete vitto, alloggio ed ovviamente il restante tempo della giornata per esplorare il luogo ed immergervi nella cultura del posto senza oltretutto sottovalutare l’esperienza di lavoro acquisita lavorando la terra e conoscendo le piante e le tecniche di coltivazione.

    wwoof-memberships

    Un ottimo compromesso tra lavoro, natura ed esplorazione che ti permetteranno di spostarti da farm a farm e così in lungo tempo girovagare per tanti paesi e magari grazie alle conoscenze acquisite mentre si è in un posto anche l’occasione di valutare altre proposte di lavoro.

     


     

    #3 – Nave da crociera

    Lavorare su una nave da crociera è il miglior modo per girare il mondo nel vero senso della parola ed esser realmente retribuiti non solo con vitto ed alloggio ma avendo un vero e proprio salario. Sicuramente è un lavoro stancante ed impegnativo ma che ti da la possibilità di visitare un infinità di luoghi nel mondo senza spender un euro per spostarti.

    Su questo sito sono raccolte tutte le offerte di lavoro delle maggiori compagnie di navi da crociera, e non bisogna esser dei marinai provetti per poterne far richiesta infatti su navi come queste le opportunità sono svariate e molteplici come ad esempio cuoco, cameriere, impiegato di negozio, idraulico, elettricista, animatore e chi più ne ha più ne metta.

    jobs-cruise-ship

    Questo è l’unico sistema che non ti farà spendere soldi per gli spostamenti ed avrai tempo tra un turno di lavoro e l’altro di scender dalla nave e visitare il luogo in cui è momentaneamente attraccata, ovviamente l’unico inconveniente è che non potrai scegliere tu le destinazioni da visitare, ma il mondo è talmente grande e ricco di meraviglie che anche il più piccolo angolo terrestre può riservare delle piacevoli sorprese.

     

    Ti avevo avvisato che non ti avrei detto niente di nuovo o quasi, ma se ci fermiamo a riflettere attentamente questi sono 3 semplici espedienti per viaggiare spendendo in più mesi gli stessi soldi che si spenderebbero per due settimane alle Maldive, con la differenza che per quanto fantastiche siano queste isole tropicali alla fine della vacanza i ricordi più belli li ritroverai solo sulle foto che hai scattato, mentre esperienze di viaggio formative e di crescita come quelle che ti ho suggerito oltre al ricordo delle persone che hai incontrato e dei luoghi in cui hai vissuto ti migliorano la vita e alla fine anche se avrai meno soldi di quando sei partito, ti sentirai comunque più ricco.

    Viaggiare è una scuola di vita.

    – GIO –

     




5301000.01